La cooperativa sociale De Voorzorg di Hoensbroek che gestisce parte del patrimonio immobiliare nell’area del Limburgo avrebbe discriminato potenziali inquilini tra il 2013 e il 2016, ha rilevato l’agenzia di investigazioni Integis.

Stando al rapporto stilato dai detective, i consultenti dell’agenzia “profilavano” i potenziali candidati sulla base di etnia, aspetto, salute, orientamento sessuale, religione, hobby e persino l’odore del corpo. Questi elementi, stando al rapporto, avrebbero tutti contribuito alla decisione finale sull’assegnare o meno un alloggio.

Secondo Integis, ci sono indicazioni che ci sia stata “una grave violazione dei principi di trasparenza ed equità”. Quante persone sono state vittime di questa discriminazione non è noto, poiché non è stato tenuto alcun registro a riguardo.

Il nuovo direttore della woning corporatie ha informato immediatamente il pubblico ministero dopo che l’autorithy indipendente che monitora l‘assegnazione degli alloggi sociali, aveva lanciato l’allarme discriminazione.

Gli attuali dirigenti di De Voorzorg sono scioccati dal risultato dell’indagine di Integis, dice NOS. L’associazione ha annunciato l’adozione di misure che possano impedire il ripetersi in futuro di questi eventi. L’ex direttore non riconosce i risultati dell’indagine e sostiene di non aver mai discriminato alcun potenziale inquilino.

De Voorzorg possiede oltre 3.300 case a Heerlen, Hoensbroek e Brunssum.