La polizia ha sequestrato centinaia di chili di oro, denaro, automobili e orologi per un valore di oltre 10 milioni di euro nascosti ​​in un centro per il riciclo a Venlo, ha annunciato il pubblico ministero.

Gli investigatori, i pubblici ministeri e la polizia avevano sospettato che la ditta che si occupava dello smaltimento dei metalli riciclasse denaro perché i rifiuti indifferenziati erano ammucchiati, riversandosi sulle zone circostanti e l’amministrazione della compagnia non era del tutto in ordine. Il team è andato quindi quasi a colpo sicuro nel controllo del deposito, trovando dieci armi da fuoco e munizioni, 17 orologi tra cui un Rolex e auto sportive tra cui una Maserati, una Ferrari e una Porsche, oltre a una montagna di rifiuti non riciclati alta 10 metri.

“Non era quello che potrebbe essere definito come una scoperta di tutti i giorni”, ha detto all’emittente pubblica NOS la portavoce dell’accusa Marieke van der Molen. “L’oro è stato ben nascosto nei locali commerciali, motivo per cui è stato trovato solo dopo pochi giorni.” Sono stati arrestati due membri del personale e sono state perquisite anche le case di tre impiegati.