Onno~commonswiki, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons

Un’opera d’arte lunga 10 km. Il progetto potrebbe vedere la luce sulla costa settentrionale della Frisia, di fronte alle isole Wadden. L’opera si chiama “lightlines” ed è una collaborazione tra Sense of Place e l’artista Rob Sweere. Si tratta di un lungo fascio di luce generato da una scultura sul “terp” (un tumulo artificiale) di Ferwert. La luce verrebbe poi trasmessa e riflessa da altre due installazioni. Una si trova sulla diga marina, mentre l’altra sull’isola di Ameland.

Ognuna delle tre torri avrà un nome diverso. Si chiameranno: “dromer” (sognatore), “slaper” (dormiente) e “waker” (osservatore). I nomi derivano dai modi in cui la gente della Frisia differenziava le varie dighe.

Sweere ha spiegato che il percorso visivo che farà la luce è in realtà molto antico. Per centinaia di anni, infatti, la gente di Ferwert ha potuto vedere chiaramente l’isola Ameland. Almeno fino a quando una autostrada e una foresta non hanno bloccato la vista. Adesso però, grazie al progetto “lightlines”, sarà possibile riunire una parte con l’altra.

Presto sarà richiesto un permesso per finalizzare i finanziamenti. Le luci che viaggeranno da una località all’altra brilleranno per la prima volta nel 2023.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Rob Sweere (@robsweere)