Fabricejeanfils, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Un primo concerto “corona proof” in Vallonia, è questo il progetto lanciato dal direttore di Francofolies de Spa, deputato del partito MR, Charles Gardier. L’intenzione è quella di riunire 400 spettatori nella sala teatro di Spa, per un concerto del gruppo Ykons; la sala sarebbe quindi completa, con spettatori seduti fianco a fianco, con mascherine, dice RTBF.

“Dobbiamo essere dalla parte delle soluzioni”, ha detto il parlamentare vallone. In questa fase, questo progetto non è autorizzato ma, per Charles Gardier è necessario sperimentare: “il settore culturale ha davvero bisogno di prospettive! I concerti all’aperto, per 50 persone, non sono prospettive per il settore. E quindi, noi dobbiamo stare dalla parte delle soluzioni, lavorare con cifre precise, protocolli. Vogliamo che questi concerti di prova, che stanno iniziando a svolgersi ovunque, possano svolgersi a casa; ne abbiamo bisogno per poter dare prospettiva alla cultura”, ha detto il deputato.

Tentare questo concerto senza allontanamento sociale, presenta un rischio: ciò potrebbe portare a conclusioni contrarie agli interessi degli organizzatori dello spettacolo, dice RTBF. “Il rischio, per il momento, insiste Charles Gardier, è quello di continuare a non avere prospettive£

Il Comune di Spa ha dato il proprio benestare alla prova, il gruppo Ykons si è offerto volontario per partecipare. Resta ora da convalidare il protocollo scientifico: sono previsti per la prossima settimana incontri con l’Università di Liegi. E naturalmente, un via libera dal governo.