Author pic: Romaine License: Public Domain

Brutte notizie per il “datore di lavoro degli expat” di Amsterdam: stando a NOS, Booking.com ha dovuto tagliare circa un quarto del personale in tutto il mondo a causa della crisi del coronavirus. Tra 4000 e 5000 dipendenti su 17.500, rimarranno a breve senza lavoro e al momento, dice NOS, non è chiaro cosa succederà alle 6mila persone impiegate nella sede di Amsterdam.

“Sfortunatamente, a causa della crisi del corona, come molte altre organizzazioni che operano nel turismo, dobbiamo fare il passo molto difficile di ridurre la nostra forza lavoro globale, riducendone il 25%”, ha detto a NOS un portavoce di Booking.com

Per gli uffici di Amsterdam del sito olandese-americano di prenotazioni alberghiere, lavorano circa 6000 persone distribuite in una decina di sedi. Booking.com è finita nella bufera per aver avuto accesso ai sussidi statali, nonostante la società sia quotata in borsa. Dal governo olandese sono arrivati 64,5 milioni di euro per continuare a pagare gli stipendi.