Ogni anno centinaia di criminali stranieri sono rilasciati in anticipo dalle prigioni olandesi ed espulsi dalla nazione, ha confermato il ministro della Sicurezza e della Giustizia a RTL Niews. Nel 2015 e 2016 800 detenuti stranieri sono stati liberati in anticipo; quest’anno sono stati più di 200.

Questi criminali vengono rilasciati anticipatamente in base a un regolamento del 2012. I prigionieri stranieri possono richiedere il rilascio se hanno scontato almeno metà della loro condanna e accettano di lasciare la nazione. Se torneranno in Olanda, saranno di nuovo arrestati per scontare la restante parte della pena.

All’inizio di quest’anno si sono levate proteste perchè un autista polacco è stato condannato per aver aver ucciso a Meijel, una bambina di due anni e i suoi nonni e per omissione di soccorso, dopo essere stato rilasciato da un carcere olandese. A luglio il segretario di Stato Klaas Dijkhoff ha dichiarato di voler rendere la regolamentazione più restrittiva.