The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Liberalizzazione mercato interpreti giudiziari, lavoratori sul piede di guerra: scioperiamo



Source pic: free stock

Centinaia di interpreti hanno incrociato le braccia  per protestare contro i piani del governo di tagliare i costi aprendo il settore a concorrenti meno qualificati: circa 1.500 interpreti stanno sospendendo i lavori per i tribunali, la polizia e il servizio di immigrazione. L’azione riguarderà un gran numero di casi perché le persone che compaiono davanti ai tribunali o trattano con l’IND hanno diritto di seguire i procedimenti in una lingua che comprendono.

Lo sciopero è in risposta alle proposte del ministro della giustizia Ferd Grapperhaus di esternalizzare l’assunzione di interpreti e consentire a traduttori e agenzie non qualificati di fare offerte di lavoro. Ani Getcheva, portavoce del gruppo che rappresenta interpreti e traduttori registrati, ha detto ad AD che il piano avrebbe compromesso la qualità del servizio.

‘Il fatto che tu parli una lingua non significa automaticamente che puoi fare anche l’interprete. La liberalizzazione del registro porterà tutti a lavorare alle stesse tariffe: siamo preoccupati che poi persone altamente qualificate se ne andranno. “Getcheva ha affermato che circa 2.000 persone avevano firmato una risoluzione che sollecitava il governo ad agire, mentre circa 1.500 dei 2.600 interpreti registrati si sono impegnati a partecipare allo sciopero, che durerà quanto necessario.

Il sistema rischia un blocco generale: senza traduttori e interpreti procedimenti di polizia che coinvolgono stranieri e deposizioni potrebbero fermarsi. Con conseguenze per tutti.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!