Come affermato dal sottosegretario alla giustizia Klaas Dijkhoff in una nota al Parlamento, sarà facilitato l’iter burocratico per la richiesta di asilo da parte della comunità LGBT cecena, a causa delle sistematiche persecuzioni che gay, lesbiche e transgender subiscono ogni giorno nella Repubblica della federazione russa.

La concessione verrà estesa anche a tutti gli attivisti ceceni che lottano per la causa LGBT.
Il ministro specifica inoltre che ogni caso verrà esaminato singolarmente.

Per assurdo, molte richieste d’asilo che i Paesi Bassi hanno ricevuto da parte di vittime di omofobia sono state respinte in quanto l’effettiva omosessualità dei soggetti è stata messa in dubbio. Questa è la ragione per la quale l’accertamento dell’orientamento sessuale è fondamentale per entrare nei Paesi Bassi.