Author: Jt716 Source: Wikimedia https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/3/36/Air_France_%26_KLM_vertical_stabilizers.jpg License: ShareAlike 3.0 Unported (CC BY-SA 3.0) https://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/deed.en

L’ex CEO di KLM Pieter Elbers ha infatti diritto all’indennità di fine rapporto e ai bonus scaduti. KLM deve pagare a Elbers un’indennità di fine rapporto di 855.000 euro, più 450.000 euro di bonus. Il giudice del tribunale distrettuale di Amsterdam lo ha già stabilito il 4 agosto, riferisce FD. La compagnia aerea KLM ed Elbers si erano recate in tribunale insieme per chiarire la legittimità del risarcimento.

Gli accordi sul sostegno per l’emergenza Covid che KLM ha stipulato con lo Stato olandese nell’agosto 2020 affermano che nessun bonus può essere pagato fintanto che KLM riceve i sussidi, tuttavia, secondo il tribunale subdistrettuale, ciò non si applica a Elbers, perché era un dipendente di KLM e non era parte dell’accordo tra il governo e KLM.

Il sussidio corona consisteva in una linea di credito di emergenza di 3,4 miliardi di euro, 1,9 miliardi di euro in sussidi salariali e 1,5 miliardi di euro in imposte differite. KLM ha utilizzato solo una parte della linea di credito e quest’anno ha già rimborsato per intero il denaro preso in prestito.

Elbers, attuale CEO della compagnia aerea indiana IndiGo, tuttavia, ha rinunciato al trattamento di fine rapporto concordato contrattualmente di due stipendi annuali, che nel suo caso ammonta a 1,2 milioni di euro.