EU2017EE Estonian Presidency, CC BY 2.0, via Wikimedia Commons

Johan Van Overtveldt, eurodeputato di N-Va, partito nazionalista di governo nelle Fiandre, ha scatenato un putiferio oggi pomeriggio, dopo che il deputato avrebbe detto di un giornalista “è gay”. L’episodio si è verificato nel corso di una conferenza stampa della commissione per i bilanci del Parlamento europeo –dove Overtveldt è presidente-e sarebbe intervenuto  insieme ai negoziatori del Parlamento europeo per il prossimo bilancio pluriennale dell’UE.

 

Dopo il suo discorso, il giornalista fiammingo della VRT Riadh Bahri è stato il primo a porgere una domanda. Il portavoce lo ha annunciato come “Miss Bahri”, che Van Overtveldt ha rapidamente corretto dicendo “È signore”. In attesa che il microfono di Bahri si collegasse, Van Overtveldt ha aggiunto: “È gay”. Anche se la precisazione era rivolta ai negoziatori, le parole sono state udite da tutti in sala (e in diretta), scrive Het Laatste Nieuws.

Indignate le reazioni sul web che hanno definito inoppurtuna e omofoba l’uscita dell’eurodeputato. Van Overtveldt, in serata ha twittato di aver chiamato Bahri per parlare dell’accaduto e ha sostenuto di non avere intenzione di ferire nessuno.