Diverse moschee nei Paesi Bassi hanno ricevuto ieri minacce: in una busta c’era un pannolino con la scritta “Regalo di Pasqua per i piagnucoloni della società”. Ieri sera è stata data alle fiamme anche una moschea in costruzione a Gouda.

Secondo il Contactorgaan Moslims en Overheid (CMO), le lettere sono state consegnate in particolare alle moschee di Alkmaar, Culemborg, Deventer ed Enschede. Lo hanno riferito le organizzazioni che mandano avanti attività nelle moschee.

“Ovviamente siamo scioccati e le cose stanno peggiorando”, dice Muhsin Köktas del comitato che interagisce con il governo per le questioni islamiche.”E spero che i politici facciano qualcosa al riguardo”. Secondo lui, recentemente ci sono state “molte” minacce e atti di vandalismo contro le moschee.

Preoccupato anche il Consiglio nazionale delle moschee marocchine: “Questi non sono più incidenti, questo è uno schema”, afferma il presidente Saïd Bouharrou a NOS. “E anche le minacce e gli incidenti violenti stanno diventando sempre più intensi. La cosa spaventosa è che non sai se si tratta di una cosa folle o di un’azione coordinata. Ci preoccupa.”

Entrambi gli amministratori ritengono quindi che spetti al governo fare la mossa. Köktas sostiene che devono essere prese le stesse misure messe in atto per le istituzioni ebraiche, quindi maggiore protezione e interventi più seri. “Trovare e punire i colpevoli”, dice.