L’Agenzia europea dei medicinali (EMA) dovrà approvare la fornitura di un  produttore di farmaci di Leida e del subappaltatore HALIX. Questo dovrebbe permettere alla  società farmaceutica britannica AstraZeneca di soddisfare le sue aspettative di consegna per l’Unione europea entro questo trimestre. Questo perviene da un documento interno analizzato dall’agenzia di stampa Reuters.

AstraZeneca prevede nel suo programma che HALIX riceverà il via libera dall’EMA il 25 marzo. L’azienda di Leida è uno dei quattro centri di produzione con cui AstraZeneca ha un accordo per la produzione e la consegna del suo vaccino in Europa. L’unione europea è stata molto criticata per le sue scelte nell’acquisto dei vaccini.

L’EMA non ha voluto confermare a Reuters se HALIX ha ricevuto l’approvazione, ma ha voluto confermare che la fabbrica di Leida è ancora in attesa di approvazione.

Se HALIX riceverà l’approvazione dell’EMA, AstraZeneca ha promesso di consegnare 10 milioni di vaccini nell’ultima settimana di marzo.

L’azienda farmaceutica britannica conta su un massimo di 30 milioni di vaccini per questo trimestre. Questo è dieci milioni in meno rispetto a un mese fa e più di 50 milioni in meno rispetto a quello che l’UE aveva previsto inizialmente.

Dei quattro centri di produzione che possono consegnare in Europa, solo una fabbrica in Belgio fornisce attualmente la fornitura. Gli altri due produttori si trovano nel Regno Unito e non hanno ancora esportato verso l’UE.