The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

CULTURE

Leiden, testa smarrita della statua di un faraone ritrovata a Chicago

CoverPic | Author: Eric de Redelijkheid from Utrecht, Netherlands  | Source: Wikimedia Commons (recropped) | License; CC BY-SA 2.0

Il busto di un faraone dell’antico Egitto ospitato a Leiden ha finalmente ritrovato la sua testa perduta: un museo a Chicago avrebbe, infatti, il capo mancante che si adatta perfettamente alla statua ospitata dal Rijksmuseum van Oudheden, scrive il Leidsch Dagblad.

Una storia incredibile, perché la scoperta sarebbe rimasta in attesa per 33 anni, chiusa in una busta dimenticata nell’abitazione di uno studioso: dopo la morte avvenuta due anni fa dell’egittologo Joris Borghouts, nella sua casa sarebbe stata scoperta una lettera ancora sigillata, scrive il portale di Leiden. “Nessuno sa perché quella lettera del 1987 non sia mai stata aperta”, ha ricordato Lara Weiss, egittologa all’Università di Leiden.

La missiva di Thomas Logan, allora capo curatore della collezione egizia all’Oriental Institute Museum di Chicago, suggerisce che la testa del faraone Ramses VI (1144-1137 a.C.), che si trova nel suo museo, potrebbe combaciare col busto di Leiden. Weiss e Demarée contattano Chicago e dopo alcune misurazioni a distanza, le istituzioni hanno concluso che testa e busto appartengono verosimilmente alla stessa statua.

Ma testa e busto non si sono ancora riuniti a causa del Covid: “sfortunatamente non è stato possibile riunirli fisicamente a causa della pandemia in corso”, ricorda Lara Weiss. “Ora stiamo lavorando su una scansione e poi con una stampa 3D. Sarebbe fantastico riunire la testa e il busto della statua di granito. Immagino che di questo ne discuteremo con il museo di Chicago“, ha detto Lara Weiss al portale.

La statua sarebbe stata smembrata agli inizi del ‘900: la testa “partita” per Chicago nel 1929 mentre il busto per l’Olanda nel 1941.

Prossimo passo (letteralmente)? Trovare le gambe. Secondo Weiss, tuttavia, sarà un’impresa ardua: “le gambe senza un tronco di riferimento raramente sono esposte e quindi spesso non sono ben descritte”.

Il busto del faraone si potrà ammirare nel museo di Leiden fino a domenica 28 febbraio.