Source pic: Erfgoedleiden 

 

Una pila di lettere d’amore e negativi di vetro, ben sigillati negli archivi della polizia, raccontano una storia di San Valentino molto lontana nel tempo ma non meno affascinante: la relazione dell’agente di polizia Gijs e della sua amante Miep non ha un lieto fine, dice il portale di Leiden Sleutelstad, secondo Omroepwest. La loro relazione segreta si è conclusa con un’indagine della polizia e ha persino portato al licenziamento dell’agente.

Lo staff dell’archivio cittadino di Leiden  ha scoperto qualche giorno fa un pacco ben sigillato nei registri della polizia. Le lettere scritte a mano che conteneva erano di difficile lettura, ma il dipendente ha potuto ricostruire la ricerca e pubblicarla nella sezione “Find of the Week”.

Miep e Gijs hanno avuto una relazione extraconiugale durata cinque anni negli anni ’20: Gijs è stato lontano da sua moglie per un po ‘, quindi è tornato a casa quando è rimasta incinta. A quel punto, racconta il portale, l’agente ha deciso di interrompere la relazione con l’amante e ha voluto indietro le sue lettere  d’amore e le sue foto.

Stando alla ricostruzione, Gijs ha messo Miep sotto pressione minacciando di denunciarla al suo datore di lavoro; quindi, effettivamente, l’agente fa licenziare la donna che in seguito va alla polizia e racconta tutto.

A sorpresa, lei aveva già ottenuto istanza di divorzio perché il marito era partito per gli USA anni prima, senza dare più notizie: quindi era lei, non Gijs ad essere libera. Miep era ufficialmente divorziata nel 1931, due anni dopo aver presentato una denuncia contro Gijs.

Il poliziotto non potrà più negare l’accaduto: la vicenda è diventata pubblica, nella Leiden degli anni ’30, e il commissario decide di licenziarlo per comportamento scorretto al di fuori del rapporto di lavoro. Ma ciò accade, secondo il file, con onore.