I proprietari di un bar, al centro di un focolaio locale di coronavirus, hanno annunciato pubblicamente (attraverso un post di FB, ora rimosso) che il De Kleine Beurs avrebbe ignoraro le regole di distanziamento sociale perchè “rovinano l’atmosfera del pub”.

I proprietari di De Kleine Beurs a Hillegom hanno scritto che il virus sembrava ormai non più attivo e che nessuno avrebbe detto nulla ai clienti, se fossero stati vicini, senza rispettare le regole, incluso stringersi la mano e abbracciarsi. “Sappiamo cosa stiamo facendo”.

Il locale è stato un focolaio di contagi, con 39 casi confermati di corona che risalgono proprio lì; 31 clienti e otto contatti indiretti. Il locale ora è chiuso e funzionari del ministero stanno cercando di tracciare i clienti dell’11 luglio, data probabile del focolaio. Chiunque fosse stato al De Kleine Beurs è stato invitato da RIVM a rimanere in isolamento.