The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

Leeuwarden non rinuncia a Zwarte Piet: fuori discussione

Nonostante le sue vili connotazioni storiche e i recenti dati sui sondaggi che mostrano che il supporto per la pratica della rappresentazione carnevalesca dell’ormai famoso aiutante di Sinterklaas è in netta diminuzione, la città di Leeuwarden ha deciso di continuare con la tradizione degli Zwarte Piets dalle facce dipinte di nero all’arrivo in città di Sinteklaas.

Il capo del comitato che organizza l’evento per bambini, Cees Anceaux, ha affermato che “abbiamo ancora la sensazione che Zwarte Piet non sia qualcosa da discutere a Leeuwarden“. Come riportato dal programma televisivo nazionale EenVandaag, i recenti dati del sondaggio mostrano che solo il 47% degli olandesi è d’accordo con l’affermazione “il tradizionale Zwarte Piet deve rimanere”.

Il consigliere del PvdA per Súdwest-Fryslân, Habtamu de Hoop, afferma che è davvero tempo che le città e i villaggi frisoni abbandonino il “tradizionale” Zwarte Piet dalle sue celebrazioni invernali. Sabato, durante un’enorme protesta per Black Lives Matter (con oltre 2.000 persone presenti) al Rengerspark di Leeuwarden sono stati esposti molti cartelli che evidenziavano l’insensatezza della “tradizione culturale”, profondamente radicata nel razzismo storico e completamente non al passo con l’immagine attuale dei Paesi Bassi.

Sempre più città nei Paesi Bassi stanno discutendo con i loro residenti, con risultati simili: non ci saranno Piet truccati di nero a Wageningen, Groningen, Rotterdam, Amsterdam, Haarlem, Hilversum, Tilburg e altre città (per un totale di 46 eventi per l’ arrivo di Sinterklaas saranno presenti Piets con la faccia di arcobaleno o non dipinti).

Al momento, Leeuwarden non è disposta a prendere parte a queste iniziative, tuttavia Anceaux ha lasciato aperta una possibilità: “non possiamo sfuggire [all’ opinione pubblica], specialmente con le proteste, quindi lo prenderemo sul serio”, ha detto, “dovremo fare questo passo, ma certamente non sarà quest’anno”. Secondo Anceaux (che è bianco), non è necessario essere frettolosi: “Se i nostri stakeholder non sono i primi ad esigere un cambiamento, le cose dovranno essere fatte in modo diverso, la discussione avanzerà a un ritmo più lento”. Anceaux è anche preoccupato del fatto che una volta che i suoi Piet si saranno tolti la vernice per il viso, saranno nuovamente riconoscibili.

Tuttavia, Anceaux è più preoccupato per l’esistenza stessa degli eventi legati Sinterklaas: con il proseguimento delle normative in materia di distanziamento sociale relative al Coronavirus, potrebbero non verificarsi affatto.