L’economia olandese cresce al tasso più rapido da 10 anni e si prevede che continui a crescere nel 2018, secondo le ultime previsioni della banca centrale (DNB).

Secondo le stime della banca olandese, il PIL è salito del 3,3% nel 2017 e dovrebbe aumentare del 3,1% l’anno prossimo prima di rallentare nel 2019. Nello stesso periodo il tasso di disoccupazione dovrebbe calare fino al 3,5% della popolazione attiva dal suo attuale 4,9%.

Ma gran parte di questa crescita record è da imputare all’impennata del mercato immobiliare: secondo dati DNB citati dal Volskrant, se il mercato immobiliare fosse cresciuto a un ritmo più “normale”, moderato, la spesa dei consumatori sarebbe stata  inferiore del 60%. Soprattutto l’indotto del mercato immobiliare avrebbe contribuito in maniera determinante

“Stiamo passando dalla ripresa economica all’espansione economica”, ha dichiarato il direttore esecutivo di DNB, Job Swank. Il boom economico è trainato sia da un aumento del commercio globale che da un netto aumento dei consumi interni, poiché il miglioramento delle prospettive occupazionali incoraggia le persone a spendere di più.

Ma Swank ha messo in guardia contro qualsiasi misura per gonfiare ulteriormente i prezzi delle case e ha detto che le misure per stimolare gli aumenti salariali sarebbero migliori per la stabilità economica.