NL

NL

Le Università olandesi vogliono regole per le proteste degli studenti: vietati accampamenti e portavoce sempre a volto scoperto

Le università in Olanda stanno elaborando un protocollo per le manifestazioni. Lo ha affermato Jouke de Vries, presidente ad interim delle Università dei Paesi Bassi (UNL), al programma televisivo Buitenhof. Il protocollo è stato motivato dalle manifestazioni pro-palestinesi ad Amsterdam e Utrecht, dice AT5.

De Vries ha citato due esempi di regole. Non è consentito pernottare negli edifici universitari e i negoziati possono essere condotti solo con persone che possono identificarsi. “Questa sarà la linea da seguire.”

Peter-Paul Verbeek, rettore dell’UvA che si è seduto al tavolo durante l’occupazione del campus Binnnengasthuisterrein, ha dichiarato questa settimana di non aver saputo chi aveva di fronte in alcuni casi. Secondo lui, alcuni dei suoi interlocutori indossavano abbigliamento che copriva il viso durante le discussioni.

Le proteste ad Amsterdam sono iniziate lunedì al Roeterseilandcampus: i manifestanti chiedono, tra le altre cose, che l’Università di Amsterdam (UvA) interrompa i legami con le istituzioni in Israele a causa della guerra a Gaza. De Vries ha dichiarato a Buitenhof di comprendere le proteste.

Oggi è prevista una nuova azione di protesta in diverse università, tra cui l’UvA, dove docenti e studenti dovrebbero abbandonare gli edifici universitari alle 11.00 durante un “walk-out”. Il consiglio di amministrazione dell’UvA ha comunicato via e-mail ai dipendenti e agli studenti di permettere la manifestazione “purché sia pacifica”. “Non è consentito allestire un campo tendato o erigere barricate”, si legge nel messaggio.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli