Source pic: Wikipedia

Il numero di aziende “caselle postali”, ossia società di comodo che non hanno attività operative ma sfruttano solo la legislazione fiscale favorevole è diminuito di quasi un terzo negli ultimi cinque anni nei Paesi Bassi, ha detto martedì il Financieele Dagblad.

Regole più rigide per gli uffici fiduciari e una supervisione più rigorosa da parte della banca centrale sono tra le ragioni del declino. Nel 2014, c’erano circa 25.000 società di comodo registrate nei Paesi Bassi, secondo i dati della banca centrale. Alla fine del 2018, il totale era sceso a 17.000. I clienti stanno lasciando gli uffici fiduciari a causa delle crescenti richieste e dell’aumento dei costi di conformità e monitoraggio delle transazioni, secondo quanto riferito da Holland Quaestor, il gruppo di lobby del settore fiduciario.

La questione delle “brievenbus” è emersa anche in collegamento con i Luanda leaks, lo scandalo finanziario che ha riguardato la figlia dell’ex presidente dell’Angola, Isabel dos Santos, e gli affari olandesi nel paese africano: la donna, avrebbe accumulato una fortuna utilizzando alcune architetture fiscali rese possibili dal sistema olandese.