Il gruppo di esperti belgi per la gestione della crisi Covid (GEMS) proporrà un piano B che combini diverse misure per tutti i settori della società, inclusa l’istruzione, al fine di essere in grado di agire rapidamente in caso di necessità, scrive RTBF, ha annunciato il ministro fiammingo dell’Istruzione Ben Weyts (N-VA). “Voglio che le nostre scuole rimangano aperte il più possibile, anche se non avviene nei paesi vicini”, ha detto.

“Abbiamo tutti compiuto enormi sforzi negli ultimi mesi, che hanno dato i loro frutti. La nostra situazione è migliore di quella della maggior parte degli altri paesi. Quando si tratta di istruzione, i virologi insistono sul fatto che le scuole non sono il motore del virus, ma piuttosto le vittime di questa infezione che circola nella società in generale. E’ evidente che la riapertura delle scuole dopo le vacanze autunnali (Ognissanti, ndr) ha avuto solo un impatto limitato sulla pandemia “, continua a RTBF.

Tuttavia, la cautela rimane e le misure rimarranno in vigore fino alla pausa del Carnevale.