Probabilmente tra 8 anni il doppio delle persone riceverà l’eutanasia, secondo il responsabile uscente di un centro specializzato in richieste complesse. Steven Pleiter, presidente dell’Expertisecentrum Euthanasia (ex clinica di fine vita) dell’Aia, ha detto a Trouw che, detto che con l’aumento delle persone anziane, si aspetto che i casi annuali di eutanasia raddoppino a circa 12.000.

La generazione del dopoguerra, gli anziani ora, ha avuto un’educazione liberale e hanno idee forti sulla fine della loro vita”, ha riferito. “Mi aspetto che le cifre a livello nazionale raddoppieranno nei prossimi otto anni, dato il numero crescente di anziani.”

L’anno scorso, secondo l’ultimo rapporto dell’organismo RTE che analizza tutti i casi, ci sono stati   6.361 casi di eutanasia, una crescita da l’anno precedente, ma ancora inferiore al picco del 2017. Poco più del 4% dei decessi totali del paese sono avvenuti per eutanasia e il 91% di questi per condizioni mediche terminali come cancro e problemi polmonari.

Complesso

Le richieste complesse fatte all’Euthanasiacentrum Euthanasie – istituito come opzione per il trattamento quando il medico di famiglia non può o non vuole aiutare – sono aumentato del 15% lo scorso anno a Pleiter ha detto a Trouw che il centro ha concesso l’eutanasia a 900 persone.

È specializzato nel prendere decisioni per richieste complesse come per persone con demenza avanzata o disturbi psichiatrici, che rappresentano rispettivamente il 2,5% e l’1% dei decessi per eutanasia del 2019.

L’anno scorso, a due persone è stata somministrata l’eutanasia quando avevano una demenza avanzata secondo l’RTE. La legge sull’eutanasia del 2002 prevede condizioni rigorose per richiedere l’eutanasia a un medico, compreso il fatto che la sofferenza è vissuta come insopportabile, non ci sono cure alternative e che un medico indipendente ha confermato la diagnosi.

“Abbiamo dimostrato che con una serie di condizioni l’eutanasia è ancora possibile, mentre nel 2012 credevamo che poteva essere molto complicato”, ha detto Pleiter a Trouw.

Limiti

Ciononostante, sono aumentate le preoccupazioni sui limiti della legge nei Paesi Bassi. All’inizio di quest’anno la Corte Suprema ha annullato un verdetto di omicidio per un medico che aveva somministrato a una donna affetta da demenza avanzata un sedativo nel suo caffè e ha chiesto al suo parente di tenerla ferma quando sembrava essersi ritirata dall’iniezione letale.

Questo è stato il primo caso giudiziario in assoluto relativo alla legge in cui si presumeva un omicidio, e i pubblici ministeri hanno affermato di averlo perseguito per ottenere chiarezza giuridica sui casi di demenza avanzata e se una “direttiva anticipata” scritta può sostenere i desideri di una persona quando non possono più esprimerli.

La Corte Suprema ha stabilito che questo è accettabile. Nel frattempo, la deputata D66 Pia Dijkstra ha presentato una controversa bozza di legge che consentirebbe agli ultracinquatenni di richiedere l’eutanasia senza sofferenze avanzate ma perché sentono che le loro vite sono complete.