Il Comitato olandese per la sicurezza dei prodotti (NVWA) ha rilevato che 4 marche di sigarette su 10 contengono troppo catrame e altre sostanze chimiche, ma i produttori vengono multati raramente, ha riferito AD mercoledì scorso.

Delle 100 e più sigarette testate nel 2017, 43 non hanno soddisfatto gli standard ufficiali olandesi, secondo cui il fumo prodotto da una sigaretta non dovrebbe contenere più di 10 milligrammi di catrame, 1 milligrammo di nicotina e 10 milligrammi di monossido di carbonio, riporta AD. Tuttavia, è stata emessa una sola multa, poiché l’NVWA conserva un margine di errore del 20%, ha dichiarato l’emittente.

I produttori di sigarette Lexington hanno ricevuto l’unica sanzione, ma anche marchi come Camel Original e Lucky Strike Original Red non sono riusciti a soddisfare gli standard , riporta AD.

In alcuni casi, il fumo contiene quasi il 30% in più di catrame di quanto previsto dalla legge. Il gruppo Rookpreventie, che sta portando avanti una campagna anti-fumo, ha dichiarato che l’organismo di sicurezza dovrebbe intervenire e che un margine del 20% è troppo alto.

I test sono stati eseguiti utilizzando il controverso metodo ISO, che secondo gli esperti sarebbe poco attentibile. I promotori della campagna vogliono un passaggio al nuovo metodo canadese che, secondo loro, fornirebbe un quadro più accurato.