NL

NL

Le feste per la liberazione in Olanda (Bevrijdingsdag) rischiano di diventare a pagamento

Nummer 12, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Feste nel Giorno della Liberazione nei Paesi Bassi a pagamento? Stando ad RTL, la situazione dei comitati che organizzano non sarebbe rosea: i fondi pubblici non bastano e gli sponsor non coprono i costi che lievitano ad ogni edizione. 

Quest’anno il festival di Utrecht ce la farà a non andare in rosso. I vari festival di liberazione nei Paesi Bassi hanno lanciato un grido di allarme a febbraio. “Il birrificio Grolsch e il K.F. Hein Fund ci hanno aiutato”, afferma Kerstholt, organizzatrice del festival locale. Ma non osa fare dichiarazioni sul futuro.

A Delft contano su “tutti contribuiscono alla libertà”. Ad esempio, il festival riceve un sussidio dal comune, ma collabora anche con aziende locali. “E lavoriamo solo con band e artisti locali che ricevono solo spese”, afferma Omri Lyppens del Bevrijdingsfestival Delft. Tuttavia, il maltempo ha rovinato, letteralmente, la festa alle aziende che hanno pagato gli eventi: la pioggia ha ridotto le presenze e questo ha avuto un impatto significativo.

“Il comune e la provincia danno soldi, ma non sono sufficienti per organizzare il festival”, spiega Kerstholt. Il budget totale è di circa 800.000 euro e questo è in gran parte coperto dalla ristorazione. E in tutto questo, Covid e inflazione hanno avuto un ruolo importante.

Nel 1980 si tenne per la prima volta nei Paesi Bassi un Festival della Liberazione. Haarlem ha poi avuto l’onore di organizzare “Liberation Pop”. Dieci anni dopo, il Comitato Nazionale del 4 e 5 maggio è stato coinvolto nell’organizzazione di festival in tutta l’Olanda.

In totale, nei Paesi Bassi vengono organizzati 14 grandi festival della liberazione che ricevono le loro entrate dai sussidi attraverso il Comitato Nazionale 4 e 5 maggio, la provincia e il comune, gli sponsor e la vendita di cibi e bevande durante il festival.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli