Le aziende farmaceutiche hanno speso lo scorso anno 58,5 milioni di euro per sponsorizzare medici, organizzazioni di pazienti e fornitori di servizi sanitari, scrive oggi il Volkskrant. Le cifre fornite dal Transparantieregister Zorg, parlano di un aumento del 13% rispetto al 2015,

La maggior parte dell’incremento è dovuta alla spesa supplementare per le istituzioni di cura e per i medici. Il pagamento alle organizzazioni di pazienti è diminuito di € 500.000 a € 1.7m. Meno soldi sono andati ai medici per finanziare le conferenze internazionali, una pratica discussa e considerata da molti poco etica.

La sponsorizzazione da parte delle aziende farmaceutiche è controversa in quanto può dare origine a conflitti di interesse. “Le aziende non pagano 58 milioni di euro per non tornare indietro. Non sono filantropisti “, ha affermato Ruud Coolen van Brakel dell’Istituto IVM che indaga i modelli di prescrizione. “Il denaro sponsorizzato pagato alle organizzazioni dei pazienti è ricompensato nel prezzo dei farmaci”, ha detto. “Nessuno chiede se tutti beneficino di questo”.