Il comportamento discriminatorio nello spazio pubblico nei Paesi Bassi è strutturale, rappresentando gravi conseguenze per le vittime. Secondo il rapporto annuale del 2019 del Board dell’Human Rights Council, “le numerose manifestazioni anti-razzismo sottolineano la persistenza di questo problema”. Il Consiglio ha invitato il governo olandese a sviluppare un “approccio globale, integrato e strutturale a tutte le forme di discriminazioni”. Il 28% delle persone che subiscono discriminazioni in pubblico la sperimentano sulla base della loro etnia.

Il comportamento discriminatorio può avere conseguenze significative per la vittima. Non meno di due terzi delle vittime mostrano comportamenti di elusione, evitando determinate il pubblico o forum online. Un quinto evita il trasporto pubblico. “Le persone si sentono umiliate per quello che sono. Quindi viene limitato alle persone alla loro libertà di movimento e di espressione” ha affermato il Board. Due terzi delle vittime hanno anche affermato di modificare il loro comportamento sulla base di come sono discriminati. Ad esempio, le coppie gay smettono di tenersi per mano quando sono per strada e le donne cambiano il modo di vestirsi.

Secondo il Board di Human Rights, non c’è ancora abbastanza attenzione per queste tematiche. Il Consiglio quindi ha suggerito al governo di nominare un coordinatore nazionale per affrontare la discriminazione in modo più strutturale. Inoltre, il governo dovrebbe anche assicurarsi che il comportamento discriminatorio non diventi normale, “continuando a lavorare per sensibilizzare“.

Solo il 30% circa delle vittime di discriminazione espone denuncia alle autorità. Gli altri pensano che la denuncia di un rapporto non avrà effetti o che la discriminazione non sia abbastanza grave per esporre denuncia, ha affermato il Board. Il Consiglio ha anche invitato la polizia a fornire maggiori informazioni su dove le vittime possono trovare aiuto e supporto. “Pensa ad esempio all’assistenza psicologica e legale o all’aiuto pratico del centro di segnalazione per la discriminazione su Internet MiND nella rimozione di post discriminatori su Internet.”