NL

NL

Omicidio di Bunschoten, gogna su FB per il sospetto in custodia. L’avvocato: rispetto della privacy

L’avvocato del ragazzo di 16 anni sospettato nella morte di Savannah Dekker, 14 anni, ha sporto denuncia per calunnia. La ragione è una foto del ragazzo che ha girato su Facebook con il testo: “Questo è il killer di Savannah”scrive AD.

La foto è apparsa sui social media questo fine settimana ed è stata rimossa subito dopo. Secondo l’avvocato, la polizia saprebbe chi l’ha inviata.

L’avvocato ha detto a AD di aver avuto un contatto telefonico quotidiano con il ragazzo sospetto sin dal suo arresto il 4 giugno, vedendolo personalmente più volte. Questa è la sua prima volta in custodia, così come il suo primo contatto con la legge, ha detto. “la custodia in isolamento è comunque un’esperienza incredibilmente difficile”.

L’avvocato ha chiesto  di non saltare subito a conclusioni. “Anche il mio cliente e i suoi genitori hanno il diritto al rispetto della loro privacy, non importa quanto sia sensibile il caso. E’ una questione particolarmente complessa e delicata”.

Savannah Dekker scomparve il 1 ° giugno dopo aver lasciato la sua casa di Bunschoten. Il corpo della giovane è stato trovato in un fosso, in un’area industriale, lo scorso 4 giugno. Il ragazzo di 16 anni è stato arrestato quel giorno con l’accusa di omicidio e violenza sessuale. Secondo il sindaco di Bunschoten, Savannah lo avrebbe conosciuto online.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli