La catena Albert Heijn è stata condannata per discriminazione, per alcune posizioni lavorative destinate “solo a studenti”. La discriminazione di età è stata ritenuta illegittima dal tribunale perchè una posizione, dicono i giudici, non può essere riservata solo ad una categoria -in questo casi gli studenti- dice il quotidiano Gelderlander se tale quota non è stabilita dalla legge.

Il giornale ha affermato che la commissione olandese per i diritti umani aveva deciso che gli annunci violavano la legislazione contro la discriminazione per ragioni di età. La sentenza non è ancora stata formalmente pubblicata. Il caso è stato portato da Ieder1Gelijk, organizzazione per le pari opportunità con sede in Gelderland.

L’associazione è intervenuta quando ha ricevuto una denuncia a proposito di due negozi della catena AH a Nijmegen: uno pubblicizzava una posizione per cassiere ma solo per studenti mentre un altro recitava nell’ennuncio: “‘Se hai 16 o 17 anni, fai domanda ‘. Entrambe le istanze costituiscono discriminazione di età, sostiene l’associazione Ieder1Gelijk. La catena di supermercati ha risposto dicendo che i lavori in questione sono di solito occupati da studenti ma in ogni caso, chiunque può fare domanda, scrive il Gelderlander.

La commissione diritti umani ha precisato che i posti di lavoro il cui monte orario è superiore alle 12 ore settimanali, e richiedono determinate competenze, non possono essere rivolti specificamente agli studenti.

AH ha fatto sapere di voler essere più esplicito sulle posizioni rivolte agli studenti.