Quasi 3 Olandesi su 10 lavorano occasionalmente di sera e uno su 5 lavora la domenica, specialmente nel settore dell’e-commerce, dice una ricerca dell’Università di Leuven in Belgio.

Il numero dei lavoratori serali è molto più alto rispetto alla media europea, che è del 13.7%, sostengono i ricercatori. E il numero di Olandesi che lavorano la domenica è cresciuto del 20% rispetto al 2006.

Flessibilità negli orari di apertura dei negozi e tempi rapidi nella consegna dei pacchi contribuiscono alla flessibilità dell’economia olandese, dicono i ricercatori.

“E’ legato in parte a regole e regolamenti. Il Belgio ha delle regole molto severe riguardo il lavoro serale e la domenica, che in alcuni casi semplicemente non è permesso. Nei Paesi Bassi la legge è più flessibile, e l’e-commerce ne sta approfittando,” ha detto a Het Parool la ricercatrice di Leuven Sarah Vansteenkinst.

Gli orari di lavoro flessibili riguardano per lo più lavori non specializzati nel settore dei servizi e nei centri di distribuzione di webshops come Bol.com e Wehkamp, ha detto il giornale.

Secondo l’esperto del mercato del lavoro Tom Wilthagen, leggi flessibili riguardanti gli orari di lavoro hanno permesso la crescita economica. “Ma questo non significa che non esistano regole. I turni di notte illimitati non sono permessi neanche qui,” ha detto Wilthagen.

Più donne che uomini lavorano il weekend, secondo la ricerca. “Le donne fanno più spesso lavori di assistenza, il che comporta lavorare il weekend. Il fenomeno crescerà ulteriormente con l’aumento dell’età media della popolazione. Anche gli insegnanti, in maggioranza donne, durante il weekend si preparano per la settimana seguente,” ha detto a Het Parool Vansteenkinst.

Vansteenkinst sostiene che, al contrario del lavoro notturno, lavorare la sera e il weekend non danneggia la salute. “Se sei felice di lavorare in queste ore, e la maggior parte delle persone che lo fanno lo è, non c’è problema,” ha detto Vansteenkinst.