Secondo uno studio condotto dall’organizzazione per la ricerca scientifica TNO, un quarto dei lavoratori olandesi sono vittime di bullismo sul lavoro, subendo sia attacchi verbali che fisici. Tra i settori più colpiti dal “mobbing” quelli sanitario, immobiliare e commerciale.

“Questo è un problema sostanziale e persistente, che deve essere affrontato con la massima attenzione”, ha scritto in una nota ufficiale Seth van den Bossche, ricercatore al TNO. Per l’esperto si tratta infatti di quasi 1.6 milioni di dipendenti che subiscono violenze sul luogo di lavoro, almeno una volta all’anno: numeri da capogiro, insomma.

La settimana scorsa, secondo quanto riportato dal quotidiano AD, il ministro Lodewijk Asscher ha indetto un incontro con 16 compagnie con sede ad Amsterdam (tra cui Hema, NS, ING e GVB). L’obiettivo del governo è quello di attuare di “combattere congiuntamente” il problema che, continua il giornale, sta causando 2.9 milioni di giorni malattia all’anno.