Il Tribunale di Amsterdam ha dimenticato pagine di documenti confidenziali quando ha lasciato l’edificio per  lavori di ristrutturazione, dice  il quotidiano Telegraaf. Gli operai hanno quindi portato questi documenti al giornale.

Secondo il giornale, sarebbero milioni di pagine riguardanti informazioni su processi in corso, recentemente aperti in seguito ad indagini di polizia, con nomi e indirizzi dettagliati di testimoni e imputati.

I documenti includono anche informazioni riguardo a problematiche interne e mostrano che “la cultura della paura” è prevalente all’interno del Tribunale stesso, così riporta il giornale. Il Telegraaf ha restituito i documenti all’amministrazione. Un portavoce della corte ha negato che i documenti riguardassero informazioni sensibili. Secondo lui erano solo “vecchie carte” che probabilmente sono state recuperate dalla spazzatura.

Numerosi avvocati hanno dichiarato al giornale che questa mancanza è scandalosa, anche se dovesse coinvolgere solo vecchie carte. I vecchi documenti dovrebbero essere distrutti, hanno sostenuto. Il professore di diritto della privacy Gerrit-Jan Zwenne ha detto che “è una violazione enorme senza precedenti”.

“È una questione molto seria. Pretenderò chiarimenti dal Tribunale”, ha detto al giornale l’avvocato Emad El Assrouti. “Bisogna essere sicuri che la privacy dei clienti sia garantita.”