Lavorare in uffici open space causa stress, perdita di concentrazione, mal di testa e affaticamento, riferisce De Monitor. A dichiararlo sono stati 90 membri della NVAB, l’associazione olandese per la medicina del lavoro e i medici.

Dopo essersi confrontati con i dipendenti, l’80% dei medici ha dichiarato che le assenze per malattia diminuirebbero se gli uffici fossero meno affollati. Quasi il 60% ritiene che gli uffici open space dovrebbero essere aboliti. Per molti dipendenti, infatti, gli uffici open space sono causa di assenteismo. Le lamentele principali riguardano il rumore e la perdita di concentrazione. Molti hanno raccontato di aver sofferto di esaurimento nervoso.

“C’è molta attenzione politica per ‘riparare’ e ‘assicurare’ i danni alla salute in relazione al lavoro. Manca l’attenzione per una vera politica di prevenzione, come la progettazione di luoghi di lavoro sani”, ha affermato NVAB.