Le cure pianificabili critiche, cure che devono essere fornite entro sei settimane per prevenire danni alla salute, possono continuare nel 92% degli ospedali, proprio come due settimane fa.

Questo nonostante il numero crescente di ricoveri ospedalieri a causa Covid. Lo dice un rapporto dell’Autorità sanitaria olandese (NZa) con il 26 luglio come momento di riferimento, scrive NOS.

L’8% degli ospedali può fornire cure ordinarie solo parziali oppure non fornirle affatto, scrive il rapporto. Quella percentuale è equivalente a quattro ospedali.

La percentuale di medici per paziente è ancora leggermente inferiore al numero pre-pandemia, dice il documento.