The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

ART

L’arte fiamminga trova casa al Nationalmuseum di Stoccolma

I due capolavori fiamminghi sono anche esempi del primo collezionismo svedese



Il Nationalmuseum di Stoccolma ha acquisito due importanti dipinti ad olio di Frans Francken il Giovane e Daniel Seghers, entrambi influenti artisti del XVII secolo ad Anversa, l’età dell’oro dell’arte fiamminga. Prima d’ora il Nationalmuseum non possedeva alcun dipinto di Francken di questo rilievo. Acquisendo la pittura di grande formato di Seghers, il museo è ora in grado di rappresentare al meglio l’inizio del collezionismo svedese.

Carina Fryklund, curatrice degli antichi disegni e dipinti, ha dichiarato: “Siamo molto soddisfatti di questi due acquisti. Il capolavoro di Francken è un quadro di dimensioni insolitamente grandi. Si tratta di un bell’esempio di pittura fiamminga che alla fine troverà il suo posto nelle presentazioni cronologiche e tematiche delle collezioni del museo. Oltre alla sua eccezionale qualità, la pittura di Seghers può anche fornire preziose informazioni sulle tecniche di pittura a olio su rame, così come sulla storia del collezionismo in Svezia”.

Le Nozze di Cana di Frans Francken rappresentano la storia dei Vangeli di San Giovanni sul miracolo avvenuto alle celebri nozze, un tema popolare nel lavoro di Francken. La ricchezza di dettagli del dipinto e le figure vestite con abiti “orientali” colorati sono tipici della pittura fiamminga su tavola. Il quadro proviene dalle collezioni del Museo Statale dell’Ermitage di San Pietroburgo, parti delle quali sono state abbandonate dalle autorità sovietiche alla fine degli anni Venti. Successivamente è stato acquistato dall’ambasciatore svedese Vilhelm Assarsson (1889-1994). Attraverso il suo testamento il dipinto è entrato a far parte della collezione d’arte di proprietà dell’Accademia Svedese, prima di esser venduto al Nationalmuseum.

La Ghirlanda di fiori di Seghers con la vergine e il bambino è stata dipinta su una lastra di rame di grandi dimensioni. L’immagine centrale della Vergine è stata probabilmente eseguita da Erasmo II Quellinus (1607-1678), uno degli artisti con cui Seghers ha collaborato nel corso degli anni. Insieme hanno prodotto circa 29 composizioni, una delle quali porta la firma di entrambi gli artisti. La maggior parte di queste opere non erano destinate alla vendita. Il dipinto apparteneva alla nota collezione d’arte di Österbybruk in Uppland e ha quindi una provenienza svedese. Si tratta di uno dei capolavori più preziosi della collezione d’arte di Henrik Wilhelm Peill (1730-1797) e di sua moglie Anna Johanna Grill (1745-1801).






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!