È successo ad alcuni operai idrici di inciampare in un tesoro di monete secolari; Erano al lavoro nel cantiere tra Vianen e Hagestein, nella provincia di Utrecht, quando hanno trovato una pentola di terracotta smaltata contenente 500  monete che gli archeologi fanno risalire al XV secolo.

Le dodici monete sono d’oro massiccio, le altre d’argento. Secondo l’archeologo Peter de Boer, sono databili alla fine del XV secolo quando le aree, ora Paesi Bassi e Belgio, erano governate dai Burgundi. Le monete erano ovviamente finalizzate a  utilizzi commerciali.

Il tesoro potrebbe aiutare a far luce sulle sorti capitate alla città di Hagestein, distrutta nel 1405. “Abbiamo una pentola piena di storie che rende gli archeologi davvero molto felici” ha detto De Boer a NOS.

All’interno della pentola sono stati trovati anche alcuni resti tessili, probabilmente vestiti appartenenti al possessore delle monete.

I proprietari del tesoro ora saranno: la compagnia idrica, il responsabile del progetto e i proprietari del terreno in cui è stato trovato. Appena gli archeologi termineranno di esaminarlo e di valutarne il valore, toccherà ai legittimi proprietari decidere il da farsi.