L’ambasciatore ungherese in Belgio Tamás Iván Kovács è stato ospite del programma di attualità della domenica mattina di VRT News “De zevende dag” e in quel contesto ha difeso la discussa legge anti LGBTQI+ ungherese, dice VRT.

Il primo ministro belga Alexander De Croo (liberale fiammingo) ha definito la norma “arretrata”. Tuttavia, l’ambasciatore Kovács afferma che la legge “non mette in pericolo l’orientamento sessuale di nessuno”.

In base alla norma, ai minori non possono più essere mostrate immagini di omosessualità o di persone transgender. Esistono restrizioni alla pubblicità e ai programmi televisivi in ​​cui l’omosessualità viene presentata o discussa e gli insegnanti non possono più “promuovere” l’omosessualità, dice VRT.