The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

L’Aia: trasferire quartiere a luci rosse in un “centro erotico” a Sporendriehoek. Le prostitute dicono sì

Il comune dell’Aja vuole trasferire il quartiere a luci rosse in un “centro erotico” a Sporendriehoek. Le autorità vorrebbero fornire un posto di lavoro sicuro e legale per le prostitute. L’iniziativa arriva sulla scia di un piano simile per il quartiere a luci rosse di Amsterdam. A differenza della capitale, però, molte sex workers sarebbero pronte a spostarsi nel nuovo centro erotico, a patto che per il momento i loro attuali luoghi di lavoro non siano chiusi.

“La salute e la sicurezza delle prostitute sono di fondamentale importanza, per questo vogliamo trasferire il quartiere a luci rosse in un “centro erotico” a Sporendriehoek,” ha affermato la consigliera comunale per la salute Kavita Parbhudayal. “Se non agiamo, la prostituzione diventerà invisibile e illegale. L’area di Doubletstraat, Geleenstraat e Hunsestraat si deteriorerà ulteriormente.” Il consigliere comunale per lo sviluppo della città, Boudewijn Revis, ha affermato che il centro non sarà finanziato con soldi pubblici. “Trasferire le vetrine da un’altra parte è economicamente fattibile.”

“L’Aia faciliterà l’operazione ma non la finanzierà”, ha affermato. “Dipende dalle compagnie private con cui abbiamo parlato precedentemente”, ha detto Revis senza rivelarne i nomi. Il nuovo “centro erotico” sorgerà vicino il nuovo edificio Binckhorst tra le due stazioni ferroviarie. Il comune ha specificato che il prossimo passo sarà sviluppare il progetto e consultare gli abitanti della zona.