La virologa Marion Koopmans auspica, in un’intervista con il quotidiano Trouw, che le autorità si concentrino sul proteggere la società dalla prossima pandemia: investire oggi, per ridurre l’impatto di un’altra emergenza sanitaria mondiale.  Koopmans è un membro del Outbreak Management Team e consulente dell’Organizzazione mondiale della sanità e della Commissione europea.

Koopmans vede un ruolo importante per la scienza. “Mi sembra una sfida enorme indagare se è possibile prevedere un tale focolaio”. La scienza riesce a valutare il potenziale pandemico di un nuovo virus?

Se il coronavirus sarà presto sotto controllo, secondo Koopmans, non dovremmo “tornare alla normalità”, dice al Trouw. L’essere umano, secondo la virologa, dovrebbe interrogarsi sul ruolo che gioca nelle pandemie: cambiamento climatico, deforestazione e stile di vita sono alla base della diffusione dei virus.