Photo credit: Sara Ariu

“Nell’area di Londra, il tasso di riproduzione è di 1,5, che è simile a quello che abbiamo sperimentato a casa [in Belgio n.d.r.] quando è ricominciata l’epidemia”, ha detto Catherine Linard, geografa sanitaria di UNamur, a RTBF parlando della contagiosissima mutazione del Covid individuata in UK.

Questa variante sta causando molta preoccupazione nella comunità scientifica, sebbene ci siano ancora molte incognite. “In termini di virulenza, non ci sono ancora prove per dimostrare una maggiore gravità della malattia che scaturisce dal contagio” ma  il Covid mutato è più contagioso e potrebbe avere un serio impatto sul sistema sanitario.

Anche Stéphane De Wit, capo del dipartimento di malattie infettive del CHU Saint-Pierre, si dice tranquillo sul piano della pericolosità ma conviene sul fatto che il nuovo Covid è contagioso e può far risalire i numeri generali e mettere ulteriormente a dura prova la tenuta del sistema.

Quindi, di fronte a questa variante e tenendo conto della situazione dei nostri vicini che riflettono sul continuare o riprendere la reclusione, non dovremmo considerare misure più rigorose, si chiede RTBF.

Le autorità considerano l’ipotesi di intervenire più in fretta, per cercare di anticipare possibili nuovi focolai.