Il 21 per cento degli olandesi non segue le notizie e un altro 18 per cento spende meno di cinque minuti per informarsi, secondo uno studio dell’istituto di pianificazione sociale e culturale SCP pubblicato Giovedì. Il 39 per cento degli olandesi a malapena sa cosa sta succedendo nel paese e nel mondo, scrive ANP.

Lo SCP definisce la tendenza “preoccupante”. “Una popolazione ben informata è importante per il funzionamento della democrazia”, ​​secondo il ricercatore Annemarie Wennekers.

Il 95 per cento degli olandesi dà almeno una rapida occhiata alle notizie settimanalmente. Ma in una giornata solo il 79 per cento ci dedica del tempo. E solo il 61 per cento degli olandesi trascorre più di cinque minuti guardando le notizie quotidiane. Tv e giornali sono ancora le fonti più utilizzate nei Paesi Bassi, secondo lo studio.

Persone con istruzione superiore, sopra i 65 anni e uomini sono i maggiori consumatori nei Paesi Bassi. Il 39 per cento di questo gruppo guarda le notizie in televisione e il 27 per cento leggono i giornali cartacei.

Secondo SCP, nella fascia di età tra 20 e 34 anni, i giovani-adulti utilizzano prevalentemente siti di notizie e app per scoprire cosa sta succedendo nel mondo.

Un sondaggio del 2016 pubblicato da Reuters tra 70 mila “consumatori di notizie” provenienti da 39 paesi ha mostrato che il 79 per cento ottiene informazioni attraverso i media online e il 74 per cento guardano le notizie in televisione.