Otto cittadine olandesi stanno lavorando ad una strategia antidroga dopo aver scoperto, attraverso un’analisi delle acque di scarico volta a rilevare le tracce di stupefacenti, che la “speed” è la sostanza maggiormente consumata. Mentre nei grandi centri, sarebbero “in testa”, cannabis e cocaina, la provincia sembra più orientata ad una delle più popolari party drugs degli anni ’90. L’indagine, condotta dall’istituto KWR  è stato condotto su 8 paesi della provincia di Utrecht nel mese di marzo. Ad Oudewater, un piccolo comune, definito dal quotidiano NRC una comunità chiusa, la presenza di speed nelle acque sarebbe 3 volte superiore a quella della stessa Utrecht.

Ad de Regt, assessore nel villaggio, sarebbe pronto ad usare le maniere forti come Johan van Erdingen, collega del paesino Lopik, che ha detto ad NRC: “L’anfetamina è la coca della provincia, economica e facile a reperire”.