Gli agenti della Polizia nazionale, in un’operazione congiunta con la polizia svedese, l’OFAST francese e la polizia olandese, coordinati da EUROPOL, hanno smantellato una cellula locale della “Mocro Maffia”, un gruppo di olandesi attivi nel paese iberico e legati al traffico di cocaina. Nell’operazione sono state arrestate cinque persone  tra cui due membri residenti in pianta stabile in Spagna, dice la Guardia Civil in un comunicato pubblicato lo scorso mercoledi.

Gli arresti seguono un’esecuzione avvenuta lo scorso gennaio: il corpo della persona giustiziata  con un colpo alla testa, è stata ritrovato a Chiclana (Cadice) e messo in relazione con la cellula di criminali olandesi in terra iberica. La Guardia Civil ha arrestato cinque persone. I detenuti hanno giustiziato la loro vittima con un colpo alla testa motivato da un regolamento di conti relativo al traffico di droga. Successivamente, hanno spostato il veicolo con cui si erano mossiin un altro punto della città per dargli fuoco, con l’intenzione di cancellare le prove, scrive la polizia iberica.

Gli investigatori hanno effettuato perquisizioni e arresti a Chierry (Francia), Benalmádena e Alahurín el Grande (Málaga) e Guadiaro, San Martín del Tesorillo e Chiclana de la Frontera (Cadice), in collaborazione con le autorità giudiziarie e di polizia olandesi e Francia. La vittima svolgeva attività legate al traffico di hashish tra Costa del Sol, Olanda e Francia. Precisamente, gli autori dell’omicidio si sono trasferiti dall’Olanda a Malaga dove hanno noleggiato il veicolo che poi è stato bruciato. Due dei detenuti sono considerati autori di omicidio, appartenenti a un’organizzazione criminale, detenzione illegale di armi e danni. Gli altri tre detenuti sono accusati di occultamento.