NL

NL

La sinistra in Olanda definisce “apartheid” la situazione dei palestinesi

Secondo GroenLinks-PvdA, la situazione nei territori palestinesi occupati assomiglia all’apartheid. Pertanto, secondo i partiti, è necessario che la Corte Penale Internazionale indaghi sul comportamento di Israele.

Non è la prima volta che il comportamento di Israele viene etichettato come “apartheid”: le organizzazioni per i diritti umani Amnesty International e Human Rights Watch definiscono da tempo la politica del governo israeliano verso la popolazione palestinese in questo modo.

Di recente, l’ONU ha affermato che Israele potrebbe usare la fame come arma, poiché controlla i confini con Gaza e non permette o permette pochissimo aiuto. Il quotidiano Trouw riporta oggi su GroenLinks-PvdA e il fatto che potrebbero utilizzare il termine “apartheid” quando si parla di Israele e dei territori palestinesi occupati, dice MetroNieuws.

I vertici dei due partiti presenteranno la questione alla fine di aprile ai membri al congresso elettorale in vista delle elezioni europee. Se i membri voteranno a favore, sarà la prima volta che un grande partito descriverà così la situazione nei territori occupati. I vertici dei partiti appoggiano l’idea, ma lasciano la decisione ai membri.

Nel frattempo, Israele ha deciso di permettere più aiuti nella Striscia di Gaza, dopo la richiesta del presidente statunitense Joe Biden. Ieri sera il gabinetto per la sicurezza di Israele ha annunciato che sarà consentito temporaneamente l’invio di aiuti umanitari a Gaza. Israele permetterà anche più consegne dalla Giordania attraverso il valico di Kerem Shalom.

“Questo aumento degli aiuti impedirà una crisi umanitaria”, ha dichiarato Netanyahu, “ed è essenziale per garantire la continuazione dei combattimenti e il raggiungimento degli obiettivi bellici”.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli