Il ministro pensa che la ‘tassa Schiphol’ sia una cattiva idea: “L’aeroporto è un punto d’incontro per tutti”, dice AT5.

Il piano per far pagare due euro a ogni passeggero che transita in aeroporto per poter finanziare così l’ampliamento della linea Nord/Sud è stato bloccato dal ministero delle Infrastrutture, dice De Telegraaf.

La ministra uscente Barbara Visser (VVD) non vede molto bene il piano dell'”Indennità di accessibilità temporanea all’aeroporto di Schiphol”: “Penso che sia molto importante che ogni passeggero o dipendente che si rechi a Schiphol non debba pagare un extra per questo”, ha detto Visser al giornale. “Schiphol è uno spazio pubblico e un punto di incontro per tutti. Penso sia davvero pessimo se un importo extra dovesse essere pagato specificamente per quella rotta”, avrebbe detto.

La Schiphol Tax è un’idea avuta da aziende e comuni circostanti l’aeroporto per estendere la metropolitana, anche perché gli 1,5 miliardi di euro promessi dal governo non arriveranno.