The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

PHOTOGRAPHY

La quotidianità dei tredicenni di Rotterdam in esposizione al Kunsthal

Il museo ha deciso di esporre gli scatti di due fotografe, Sanne Donders e Jet van Schie, che hanno immortalato un gruppo di tredicenni residenti in città nella vita di tutti i giorni



Chi l’avrebbe mai detto che la vita dei tredicenni si sarebbe rivelata così interessante? Il Kunsthal Rotterdam ha dedicato loro una mostra, I Am Thirteen, in esposizione fino al 13 ottobre 2019.

Rotterdams Beeldfonds ha incaricato due fotografe, Sanne Donders e Jet van Schie, di seguire e documentare passo per passo la crescita di un gruppo di tredicenni.

Il lavoro di Sanne Donders si concentra soprattutto sulla città di Rotterdam. Non è estranea a questo tipo di produzione: dal 2013 infatti, realizza From getting up till going to sleep photo reports, con l’intento di mostrare al pubblico la città e i suoi abitanti, ma da una prospettiva del tutto diversa.

Jet van Schie invece predilige mondo fantastico, e la sua trasposizione nel reale; fotografa cosplayer, giardini, fiori finti, tutto ciò che si colloca al confine tra realtà e fantasia.

La mostra

Per sei mesi Donders e van Schie li hanno accompagnati in un vero e proprio viaggio verso l’età adulta: alcuni di loro stanno dando forma alla propria identità e voce alle loro opinioni, mentre altri risentono ancora dell’ingenuità e del candore dell’infanzia.

Insicurezze, interessi e diverse personalità di questa difficile fase del loro sviluppo vengono documentate attraverso la macchina fotografica che ripercorre la loro intera vita quotidiana. Lo sforzo delle fotografe è notevole, perché cercano di catturare con un’immagine l’indole di ogni adolescente, e valorizzarlo in modo più trasparente possibile.

Gli scatti di Jet van Schie sono per lo più in bianco e nero; la sua ricerca si focalizza soprattutto suoi momenti più spontanei e tranquilli della giornata di ogni giovane. La parte forse più interessante della mostra è poi il paragone con le immagini che ogni tredicenne posta sulle piattaforme social. Lo stesso momento, lo stesso soggetto, lo stesso luogo, ma visto da una diversa angolazione.

E non è solo una valorizzazione dell’individualità degli adolescenti; le somiglianze (e le paure) sono molte, e ricorrenti. Questa generazione è stata oggetto di studio dell’Erasmus MC e dell’Erasmus University di Rotterdam già da prima della loro nascita. E questi risultati vengono inclusi nella mostra fotografica.






31mag.nl è un progetto indipendente di giornalismo partecipativo.
Raccontiamo gli esteri da locals, non da corrispondenti o inviati.

Diamo il nostro apporto all’innovazione nei media con news,
reportage e video inediti in italiano. Abbiamo un taglio preciso ma obiettivo.

RECHARGE US!