NL

NL

La (probabile) ministra PVV alla Cooperazione, contraria alla cooperazione, preoccupa le ONG

Author: Source: Flickr License CC 2.0

Organizzazioni umanitarie sono sorprese dalla nomina di Reinette Klever, ex deputata del PVV, come candidata per il ruolo di ministro per il Commercio estero e l’Aiuto allo sviluppo. Liana Hoornweg, direttrice di Partos, esprime sorpresa e preoccupazione riguardo alle posizioni passate di Klever contrarie all’assistenza allo sviluppo. Klever, durante il suo mandato alla Camera tra il 2012 e il 2017, ha proposto di eliminare l’assistenza allo sviluppo per finanziare altre spese.

Il nuovo accordo di coalizione tra PVV, BBB, NSC e VVD prevede significative riduzioni nell’assistenza allo sviluppo, raggiungendo 2,4 miliardi di euro annui dal 2027. Organizzazioni come Oxfam Novib temono che Klever attuerà questo accordo, anche se sottolineano l’importanza delle azioni rispetto alle parole. Nonostante i grandi tagli, per ora rimarrà un bilancio di 5,5 miliardi di euro per l’aiuto umanitario.

Partos si aspetta che Klever rispetti l’accordo di coalizione e la giudicherà in base alle sue azioni future, non solo alle sue precedenti dichiarazioni. Tuttavia, Hoornweg esprime perplessità sul perché sia stata scelta una figura del PVV per questo incarico anziché un membro di NSC, l’unica alleata della coalizione che riconosce l’importanza della cooperazione allo sviluppo.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli