FOCUS

FOCUS

La prima donna premier nei Paesi Bassi? L’hanno avuta 35 anni fa le (ex) Antille olandesi

di Serena Gandolfi

“Madre del popolo” e personaggio molto amato dai suoi cittadini, Maria Liberia-Peters è nata nel 1941 a Curaçao e per due volte è stata premier delle (ora dissolte) Antille Olandesi tra il 1984 e il 1986 e poi tra il 1988 e il 1994. Di fatto la prima, e ad oggi unica, donna-premier del Regno, segnando un record anche rispetto al versante europeo dei Paesi Bassi, notoriamente considerato più progressista e avanzato sul tema dei diritti civili.

Per la questione femminista le Antille mantengono questo primato. Secondo il quotidiano olandese Volkskrant è stata la tragica storia della schiavitù, che ha marchiato la popolazione delle isole antillane olandesi, ad aver offerto alle donne una posizione centrale nella società caraibica: “Gli uomini furono venduti, le donne avevano la responsabilità della famiglia. L’idea rimane ancora oggi” dice la ex premier, oggi quasi 80enne, al giornale di Amsterdam “nei momenti difficili fate affidamento su vostra madre, su vostra moglie o su vostra sorella maggiore. ”

Il femminismo era sentito anche nell’assemblea parlamentare delle ex Antille olandesi: la premier racconta di aver concordato con le altre deputate, anche di altri schieramenti, una sorta di “tregua femminista”: nessuna legge proposta da una delle signore elette sarebbe stata osteggiata dalle altre. E così, molte di loro, per rispettare la disciplina di partito e mantenere la libertà di coscienza, al momento del voto si alzavano e andavano al bagno.

Ma gli anni da premier non sono stati semplici, soprattutto per lei, donna afro-antillana seduta ad un tavolo di trattative con governi composti quasi esclusivamente da uomini ed esclusivamente bianchi europei. Dalla questione delle raffinerie Shell affittate al Venezuela alle proteste di piazza, che hanno segnato i suoi anni al governo, non tutto è stato semplice e privo di aspetti controversi.

Oggi Liberia-Peters è occupata con il Council of Women World Leaders (Consiglio delle donne leader mondiali) di cui fanno parte anche la cancelliera Angela Merkel e la prima ministra della Nuova Zelanda Jacinda Ardern, scrive Volkskrant.

SHARE

Noi siamo qui 365 gg (circa), tra le 5 e le 10 volte al giorno, con tutto quello che tocca sapere per vivere meglio in Olanda.

Sostienici, se usi e ti piace il nostro lavoro: per rimanere accessibili a tutti, costiamo solo 30€ l’anno

1. Abbonatevi al costo settimanale di mezzo caffè olandese:

https://steadyhq.com/en/31mag

2. Se non volete abbonarvi o siete, semplicemente, contenti di pagarlo a noi il caffè (e mentre lavoriamo quasi h24, se ne consuma tanto) potete farlo con Paypal:

https://www.31mag.nl/abbonati/

3. Altrimenti, potete effettuare un trasferimento sul nostro conto:

NL34TRIO0788788973

intestato al direttore Massimiliano Sfregola
(causale: recharge 31mag)

Altri articoli