Frank Diemel, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Sylvana Simons di Bij1 sarà la prima donna nera a guidare un partito olandese alla Kamer, Kauthar Bouchallikht, la prima donna musulmana ad indossare il velo in parlamento e Lisa van Ginneken, la prima donna transgender eletta deputata in Olanda. La Kamer olandese uscita dalle elezioni del 2021, insomma, sarà molto più inclusiva di quella precedente.

In linea generale, tuttavia, non aumenta in maniera significativa il numero di donne parlamentari: saranno 59 su 150 deputati, poco più do 1/3 e la percentuale aumenterà dal 35% al 39%.

Anche persone di minoranze etniche saranno più rappresentate; se i partiti dichiaratamente pro-minoranze saranno ora 2 (Denk e Bij1, rispettivamente con 3 seggi e 1 seggio), il numero di parlamentari in tutti i partiti con origini non occidentali, passerà da 15 a 22. Inoltre, ci saranno due persone afro-discendenti, dopo 4 anni senza alcuna parlamentare o alcun parlamentare nera/nero.