The Netherlands, an outsider's view.

The Netherlands, an outsider's view.

NL

La polizia olandese non riesce a stare dietro alle segnalazioni provenienti dall’estero

Poco personale e tecnologie desuete, circa 4.000 fascicoli ancora in stand-by.

La polizia olandese segue a fatica le segnalazioni che provengono dai partner internazionali. I motivi? Scarsità di personale e tecnologie IT non più adatte.

Come riportato da AD, la LIRC (divisione del pubblico ministero che si occupa delle indagini transnazionali) ha in arretrato più di 3.900 richieste. Questo potrebbe portare all’omissione e alla mancata gestione di informazioni cruciali riguardanti casi di terrorismo o di crimine organizzato.

Negli ultimi 5 anni il numero di richieste giunte da agenzie straniere è cresciuto da 166.000 a 250.000, soprattutto a causa di una stretta alla lotta al terrorismo. Nonostante il crescente numero di richieste, però, il LIRC è rimasto ai livelli del passato. “Servirebbero 100 membri del personale in più, non stiamo facendo una bella figura nei confronti dei partner internazionali”, avrebbe dichiarato così uno dei 150 attuali dipendenti del LIRC al quotidiano AD.

La situazione potrebbe non avere conseguenze positive, come le avrebbe già avute in passato: lo scorso anno, per esempio, le autorità olandesi sono state pesantemente criticate per non aver consultato dei fascicoli molto importanti inviati dall’FBI circa l’attentato kamikaze del terrorista El Bakraoui che, dopo aver viaggiato dalla Turchia fino a Bruxelles, (passando per i Paesi Bassi), si è fatto esplodere presso l’aeroporto della capitale belga.