Arminius, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Nel porto di Anversa viene sequestrata così tanta cocaina che la dogana deve immagazzinare la merce e non può distruggerlo direttamente negli inceneritori, scrivono vari media belgi, tra i quali De Standaard e il Gazet van Antwerpen.

Ammonta ora a molte centinaia di milioni di euro di valore la cocaina nei depositi della dogana belga: il ministro della Giustizia belga Vincent Van Quickenborne afferma che c’è un’urgente necessità di aumentare la portata degli inceneritori, dice NOS.

L’enorme quantità di cocaina nel porto di Anversa causa,  un problema di sicurezza: la polizia e il ministero della giustizia temono che le gang di narcotrafficanti cerchino di recuperare il bottino ricorrendo alla violenza.

Ad Anversa si verificano regolarmente violenti incidenti associati al mercato di cocaina: anche i criminali olandesi giocano un ruolo in questo. Il sindaco di Anversa Bart De Wever ha parlato in precedenza di una guerra alla droga nella sua città.

L’anno scorso nel porto di Anversa è stata sequestrata una quantità record di 90.000 chili di cocaina, per un valore stradale compreso tra 4 e 5 miliardi di euro. Le autorità belghe prevedono che quest’anno il bilancio sarà ancora più ampio.