NL

NL

La “pausa Covid” è finita: l’Ufficio delle entrate NL riprende a mandare solleciti e ingiunzioni

Il fisco invierà di nuovo solleciti e ingiunzioni, ma è disposto ad aiutare: una, due, tre o anche più buste blu potrebbero arrivare sull’uscio di casa di molte persone in questi giorni.

Dopo una pausa di mesi a causa della crisi Covid, l’amministrazione fiscale e doganale ha iniziato a inviare solleciti di pagamento e ordini di esecuzione. Per cominciare, le persone ricevono un avviso per posta.

500.000 lettere verranno inviate a privati con, ad esempio, bolli arretrati e ad imprenditori che sono alle prese con arretrati e che non hanno chiesto il differimento. Possono essere debiti che a volte si sono accumulati un anno o più fa.

Per ogni pagamento scaduto, vengono inviate lettere separate con un preavviso che il pagamento è dovuto a breve. “Per andare incontro a privati e imprenditori in questa crisi infinita, non abbiamo temporaneamente inviato solleciti di pagamento, solleciti e ordini di esecuzione. Ora che le misure sono state allentate e la vita economica sta ricominciando quasi ovunque, stiamo riprendendo”, si legge nella dichiarazione. lettera.

Il fisco afferma che non è possibile inviare al massimo una lettera per indirizzo, perché riguarda diverse tipologie di posizioni fiscali aperte. Le persone che ricevono le lettere non hanno chiesto loro stessi il rinvio. “In realtà, queste persone non hanno avuto nostre notizie per un po'”, afferma Karin Christophersen, responsabile delle riscossioni presso le autorità fiscali a NOS. 

“Gli arretrati potrebbero essere sfuggiti all’attenzione e la lettera potrebbe essere uno shock per chi la riceve. Ma l’amministrazione chiamerà le persone e offrirà la possibilità di pagamenti differiti.

SHARE

Altri articoli